ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REZZATO

VIA LEONARDO DA VINCI, 48      25086 REZZATO (BS)

TEL. 030 2593768      FAX 030 2490094   

BSIC87500P@ISTRUZIONE.IT

HOME

SCUOLE

UFFICI

ORGANI COLLEGIALI

P. O. F.

NEWS/EVENTI

LINKS

CALENDARIO

    

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Introduzione - Identità dell'Istituto - Situazione dell'Istituto - Diritto al successo formativo - L'accoglienza
La scuola dell'Infanzia - La scuola Primaria - La Scuola Secondaria di 1° grado - Progettualità e offerta formativa
Rapporti Scuola-Famiglia - Scelte Organizzative - Area del funzionamento - Orientamento e formazione in servizio
Linee di politica finanziaria - Sicurezza e pronto intervento - Valutazione e verifica P.O.F.

RAPPORTI SCUOLA - FAMIGLIA

La partecipazione dei genitori è un momento fondamentale nella formazione dell’alunno e nella crescita della scuola.

Pertanto la scuola favorisce l’interazione formativa con la famiglia attraverso la partecipazione democratica prevista dalle norme sugli organi collegiali, costituisce, rispettando le scelte educative della famiglia, un momento di riflessione aperta, dove si incontrano esigenze diverse.

In tal modo le famiglie sono coinvolte in un processo di formazione permanente che fornisce loro gli strumenti per agire precocemente sul processo formativo dei propri figli; collabora con i “gruppi associativi” dei genitori, che diventano supporti di collegamento e di sostegno culturale dei rappresentanti eletti nei vari organi collegiali.

La partecipazione democratica ed il coinvolgimento alla vita della scuola si attua nei:

  • Consiglio d’Istituto

  • Consigli di Classe, d’Interclasse, d’Intersezione ed Assemblee

  • colloqui

Scuola dell’Infanzia

 

Vengono presi in esame l’inserimento e i progressi/processi di apprendimento attraverso colloqui individuali con gli insegnanti di sezione: ad ottobre/novembre per i bambini/e di tre anni e per i nuovi inseriti; a febbraio per i quattro anni; a maggio/giugno, in occasione del colloquio d’uscita, per tutti i cinque anni.

Le insegnanti potranno concordare altri incontri qualora si presentassero particolari necessità o urgenze, anche su richiesta  dei genitori.

La progettazione educativo–didattica viene veicolata tramite assemblee, consigli di intersezione e la documentazione periodica.

 

Scuola Primaria

 

I rapporti tra famiglia e scuola si organizzano nella duplice modalità di incontri in assemblea per confrontarsi sugli aspetti organizzativi comuni; incontri individuali per esaminare il percorso formativo dei singoli alunni/e.

Con cadenza bimestrale la scuola prevede momenti di incontro con i genitori (colloqui individuali più consegna della scheda di valutazione). Per problemi nuovi e urgenti possono inoltre essere richiesti da una delle parti, colloqui ulteriori, con un preavviso di cinque giorni, che si svolgeranno nel pomeriggio del mercoledì. Entro il mese di ottobre vengono illustrate ai genitori le linee essenziali della Programmazione didattica prevista per la classe. Al termine del primo quadrimestre e dell’anno scolastico gli insegnanti presenteranno e illustreranno ai genitori il documento di valutazione.

 

Scuola Secondaria

 

La scuola privilegia il rapporto scuola-famiglia come elemento qualificante per un’adeguata risposta educativa ai bisogni degli alunni attraverso:

  • i colloqui generali si tengono 2 volte l’anno: a novembre e a marzo/aprile. suddividendo i corsi in due giornate, così da permettere ai genitori di parlare con gli insegnanti con più tranquillità e con più brevi tempi di attesa. In quelle occasioni  saranno presenti tutti i docenti della classe, ma il colloquio dovrà essere necessariamente breve per permettere a tutti i genitori di ricevere informazioni sui propri figli.

  • i colloqui individuali: i docenti sono disponibili per due incontri mensili a partire dal mese di ottobre: il calendario dei colloqui viene comunicato entro il mese di settembre. Il genitore interessato richiede l’appuntamento al docente tramite il libretto delle comunicazioni, controllando la risposta dello stesso.  L’incontro può essere richiesto anche dal docente tramite comunicazione scritta, in cui saranno indicati il giorno e l’ora: i genitori sono invitati a confermare  la loro presenza, per evitare che il docente attenda inutilmente e per concordare altra data.

  • le assemblee;

  • la consegna dei documenti di valutazione alla fine di ogni quadrimestre (Primaria e Secondaria).

Per rendere più proficui i rapporti tra scuola e famiglia è necessario che le due parti in causa cerchino più occasioni d’incontro per esaminare insieme le varie problematiche relative ai minori.

Per quanto riguarda  i calendari degli incontri e dei colloqui con i genitori, per i tre  ordini di scuola, si rimanda alle Comunicazioni del Dirigente Scolastico.